Make your own free website on Tripod.com
L'Associazione

Associazione di volontariato che difende e tutela i diritti, la salute e la dignità delle persone transessuali, travestiti e transgender.

Nasce come MIT Emilia Romagna nel 1988 con un suo statuto che la distingue dal MIT nazionale per contenuti, programmi ed obiettivi. Lo statuto prevede un organo direttivo composto da presidente, vicepresidente, segretario e tre consiglieri che viene eletto ogni due anni.
Nel 1994, per la prima volta in Italia, il Comune di Bologna assegna una sede all'Associazione, essa diventerà un punto di incontro, un centro di coordinamento e un servizio permanente.

Partecipa a tutte le lotte contro le discriminazioni, le ingiustizie e alle campagne per i diritti umani. Collabora con i gruppi e le associazioni Gay, Lesbiche e Trans e con tutti coloro che portano avanti le istanze del Movimento GLBT. Lavora con le associazioni impegnate nella lotta all'AIDS, condividendone spesso programmi e progetti.

Il MIT non ha una linea politica specifica, ma cosciente della vicinanza e della similitudine politica e sociale si identifica e si colloca, senza alcun dubbio, nella cultura della sinistra Italiana ed Internazionale.
Un rapporto privilegiato lega il MIT alla CGIL, il più grande sindacato italiano, che ci affianca, ci sostiene e ci aiuta. Il rapporto con il sindacato funziona a livello locale attraverso la Camera del Lavoro Bolognese, Provinciale e Regionale; e a livello nazionale con l'Ufficio Nuovi Diritti.
L'impegno più importante per il MIT è stato quello di costruire e portare avanti un rapporto costruttivo con la politica e gli enti locali, che ha prodotto in questi anni un'esperienza unica. E' inserito e fa parte di una rete di servizi e associazioni locale, nazionale ed Europea che rappresenta una grandissima risorsa per l'associazione e tutti/e i/le transessuali.